Logica Celata, il concept che svela il nuovo modo di vivere la cucina

Purezza geometrica e tecnologia al servizio dell’uomo sono le leve che muovono da sempre l’estro creativo e ingegneristico di Gabriele Centazzo, fondatore e designer di Valcucine, che quest’anno si presenta a EuroCucina con una sorprendente anteprima. Nasce Logica Celata, l’ultima evoluzione di un’ingegnosa ricerca che ripensa lo spazio e reinventa l’ergonomia, progettando nuove esperienze d’uso in cucina.

Guarda la preview video di Logica Celata >>

 

Grazie a un avanzato meccanismo a contrappeso l’anta si muove dolcemente verso l’alto scoprendo tutte le attrezzature e l’intera zona di lavoro, uno spazio ampio e totalmente personalizzabile. Diversi gli scenari interni disponibili: cucina, bar, area di preparazione e dispensa.

Valcucine_Logica_Celata_0117

LOGICA CELATA SVELA L’ALLESTIMENTO BAR 

Fra i diversi scenari immaginati per Logica Celata spicca il bar, una tradizione tutta italiana che fa parte della vita delle persone, tra convivialità e meditazione, tra pubblico e privato.

 

valcucine_moscova-2157
L’anta si apre, svelando il nuovo bar domestico Valcucine, pratico, ben organizzato e completo di tutti gli strumenti necessari per degustare il vino in maniera impeccabile, mixare gli ingredienti di un buon cocktail e preparare un caffè di qualità. Servito come un connoisseur.

Una volta chiusa, Logica Celata si trasforma in un elegante elemento di arredo reso ancora più prezioso dalla personalizzazione Vitrum Arte, speciale tecnica sviluppata da Valcucine per riprodurre su vetro vari disegni a intarsio. Come un quadro di grande suggestione, sulla superficie della cucina rivive l’opera “Camparisoda, con noi sempre e ovunque”, realizzata negli anni Sessanta dall’illustratore milanese Franz Marangolo per Campari, con uno stile giocoso e libero che esprime tutta la joie de vivre di quel decennio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*