Ad Asiago, una due giorni dedicata all’Ambiente

Chi porta oggi avanti il lavoro di salvaguardia ambientale, tema particolarmente caro al Mazzotti?

Per scoprirlo, ti invitiamo ad Asiago (VI) venerdì 20 e sabato 21 settembre 2019, per una due giorni tutta dedicata all’ambiente.

L’iniziativa – legata al progetto “Mazzotti Contemporaneo”, coordinato dal giornalista e storico direttore di Airone Salvatore Giannella – è organizzata in collaborazione con il Premio Rigoni Stern e patrocinata dal Comune di Asiago, con il supporto del Fondo Ambiente Italiano (F.A.I.), del Club Alpino Italiano (C.A.I) e del Touring Club Italiano (T.C.I.), e degli sponsor Stiga Spa, Valcucine, Driade, FontanaArte e Toscoquattro. 

 

IL CONVEGNO

Si comincia venerdì 20 settembre con un momento di analisi della situazione attuale mondiale e dei futuri approcci possibili.

Il convegno “Mai più l’ambiente preso in giro” (titolo che parafrasa l’opera di Mazzotti “La montagna presa in giro”, del 1931), in programma alle 17.00 al Teatro Millepini di Asiago, sarà introdotto dal sindaco di Asiago Roberto Rigoni Stern, dal presidente del Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi Sergio Frigo, dal presidente del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” Roberto De Martin, dal coordinatore del progetto “Mazzotti Contemporaneo” Salvatore Giannella e dai rappresentanti del Fondo Ambiente Italiano, del Club Alpino Italiano e del Touring Club.

Interverranno Luca Mercalli, noto meteorologo (ospite fisso di Che tempo che fa – Rai 1), che analizzerà il mutamento climatico in atto suggerendo possibili rimedi, il glaciologo e climatologo Claudio Smiraglia, che tratterà il tema della fuga dei ghiacciai, il Premio Nobel 2007 per l’Ambiente Richard Samson Odingo (già Premio Honoris Causa 2009 Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”), che si concentrerà sull’impatto dei mutamenti climatici sull’Africa, e l’entomologo docente alla Pontificia Università di Quito (Ecuador) e promotore della “Foundacion Otonga” Padre Giovanni Onore, che valuterà invece la situazione nel continente americano.

IL PREMIO “LAMPADIERI DELL’AMBIENTE”

I lavori riprenderanno sabato 21 settembre alle 9.30 al Teatro Millepini, con l’annuncio dei nomi dei quattro “Lampadieri dell’Ambiente”, ovvero “quattro personalità che, a vario titolo, si battono per la salvaguardia del clima e dell’ambiente”.

Si tratta di un’iniziativa legata al progetto “Mazzotti Contemporaneo” pensata per dare il giusto merito a chi si impegna oggi a portare avanti l’azione di tutela dell’ambiente cominciata oltre 70 anni fa dal Mazzotti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*