cucina gourmet

Chez Valcucine con Miele e Anzalone a Roma Eur: il mix perfetto di valori e gourmet

Chez Valcucine con Miele e la collaborazione di Anzalone, presso lo showroom di Roma Eur, ha rappresentato la seconda tappa di un ciclo di dedicati alla gourmet, promosso da Valcucine e Miele Italia in collaborazione con Barone Pizzini e Zelo Networking di Lorenza Dalla Pozza.

Nel cuore del quartiere EUR di Roma, lo showroom Valcucine Roma Eur | Anzalone, noto per essere un sofisticato spazio dedicato all'arredamento di alta gamma dove convergono progettazione e design, ha ospitato una serata speciale trasformandosi, per una esclusiva serata, in un esclusivo ristorante stellato.

Chez Valcucine con Miele è un format unico e coinvolgente, che ha visto ancora una volta la partecipazione del team vincente composto dallo chef Antonio Romano, dal pastry chef Giuseppe Amato e dal mixologist Lucas Kelm. L'evento, ospitato nello showroom di Valcucine Roma Eur | Anzalone, ha offerto un'esperienza indimenticabile, unendo cultura e alta cucina per stabilire relazioni durature con i professionisti del settore tanto da cogliere l'attenzione del noto critico gastronomico Luigi Cremona.

Questa partnership tra tre brand leader nel proprio settore va oltre una semplice collaborazione: è una vera condivisione di valori fondanti, come il benessere, la qualità senza tempo, l' e la sostenibilità. Insieme, vogliono amplificare il potere del loro messaggio comune. L'obiettivo è migliorare il benessere e la qualità della vita delle persone attraverso progetti duraturi, che trascendono le mode temporanee. Questo approccio è la chiave per raggiungere l'eccellenza.

La collaborazione tra Valcucine e Anzalone unisce la ricerca di materiali e tecnologie all'avanguardia con l'artigianalità e la cura del dettaglio che hanno sempre caratterizzato il brand Anzalone.

La serata è stata inaugurata dal mixologist Lucas Kelm, che ha proposto cocktail innovativi come il “Breda by Valcucine Roma Eur | Anzalone”, preparato con ingredienti locali e sostenibili come Italicus, bergamotto, Franciacorta Golf 1927, soda e aria mediterranea. Altri cocktail della serata includevano il raffinato “Savory G&T” con Gin Mare, aceto balsamico speziato e acqua tonica, e il “Healthy Paloma” con pompelmo rosa, sciroppo d'agave, soda e Tajin; il tutto accompagnato dalla sfiziosità dello chef Antonio Romano. Tra la sua selezione di cucina gourmet, finger food a base di tacos di ceci, pescato e avocado, gambero viola lime e plancton, crocchetta di crudo di Cuneo e besciamella, e peperone rosso con crema di Parmigiano.

Il piatto principale, un risotto con zafferano e polvere d'orzo accompagnato da pescato locale del giorno, zucchine alla scapece e fiori di zucca, ha rappresentato il valore della sostenibilità con combinazioni di sapori uniche ed esclusive.

Infine, come dolce conclusione della serata il pastry chef Giuseppe Amato ha reinterpretato con audacia i classici dolci italiani, celebrando il valore della lunga durata con creazioni come Sua Maestà il Babà, cannolo siciliano, bignè tiramisù, crostatina fragoline e limone.

cucina gourmet

Un ringraziamento speciale va a tutti i partecipanti, tra cui numerosi professionisti del settore come Emanuela Bulli di WOP STUDIO, Coppola , Sonia Rizzo e Gigliola Arisi (Dress Your Home Interior Design), Raffaella Sasso, architetto presso AS-Architettura, Giuseppe Senofonte, Alessandro Pavanel, Elisa Recchia, Alessandro Tata Nardini (Aatn), Alessandra Cappelletti e Silvia Irianni (Officine Norma), Ludovica Repetto e Samanta Schiano de Il Prisma, e Patrizio Saccone (Ravasini SAS).

Ph: Flaminia Lera