Cucine ad angolo

Contiguita’ per facilitare le funzioni

Gli elementi occupano due lati contigui: lavello, piano cottura e frigorifero saranno piuttosto vicini per ridurre le distanze, rendendo più agevoli le attività e migliorando il benessere durante la preparazione.
Scopri con noi come svilupparla al meglio.

Il progetto estetico

La cucina ad angolo deve essere progettata creando collegamenti logici fra le diverse zone funzionali per facilitare le attività di preparazione e cottura.
In corrispondenza delle colonne, un tamponamento in cartongesso - da eseguire su misura dopo il montaggio delle colonne - può creare l’"effetto nicchia", rendendo lo spazio più armonico.

Il progetto architettonico
cucine ad angolo
Molto spesso si progetta la cucina quando ormai pareti, scarichi e prese elettriche sono già presenti, dovendo adattare il progetto all’ambiente o ricorrendo a fuori misura. Il giusto modo di procedere invece sarebbe quello di progettare prima di tutto l’arredo della cucina definendo in modo dettagliato la posizione di ogni elemento e l’ingombro preciso dei moduli.
 
Per una cucina ad angolo è necessario verificare innanzitutto la perfetta perpendicolarità delle due pareti contigue, facendo il rilievo a 90 cm di altezza, per evitare problemi durante la fase di montaggio. 
Nella progettazione dell’arredo è necessario considerare sempre:
  • +1cm di tolleranza per eventuali imperfezioni nell’esecuzione del piombo dei muri
  • +1cm di spessore per eventuali rivestimenti della parete. 
Molto importanti:
  • la misura della spalla in corrispondenza di una porta, calcolata sommando alla profondità della cucina +2cm fino alla cornice della porta.
  • altezza del davanzale e la posizione del rubinetto per inserire il piano di lavoro sotto una finestra 
Per inserire una cappa a parete è preferibile praticare il foro per l’uscita dei fumi sulla parete stessa, considerando che è variabile a seconda della cappa. 

Leggi di più

Il progetto elettrico
cucine ad angolo
La realizzazione del progetto elettrico deve avvenire quando sia già stata stabilita la posizione esatta di mobili, elettrodomestici e tavolo. Per garantire una pratica ispezione delle prese, consigliamo di raggrupparle in un quadro elettrico dietro la base lavello, l’unica priva di schiena, sezionandole con interruttori singoli.
 
E’ preferibile prevedere nascosta dietro i pensili un’uscita dei cavi per alimentare luce ed eventuale presa sotto-pensile, raggruppando possibilmente la loro alimentazione in un unico interruttore, posizionato sullo schienale della cucina.
Sempre utile avere prese nello schienale della cucina per i piccoli elettrodomestici, distanti almeno 60 cm dal piano cottura e dal lavello, per sicurezza.  L’uscita dei cavi per la cappa, deve essere valutata in base al tipo di prodotto e posizionata appena sopra la cappa per rimanere nascosta. 


Il progetto idraulico
cucine angolari
Anche per l’impianto idraulico della cucina ad angolo è fondamentale la progettazione preventiva della disposizione dei mobili e degli elettrodomestici.
Se utilizzi il nostro canale attrezzato le derivazioni dei tubi dell’acqua e del gas potranno uscire in un qualsiasi punto della parete dietro la cucina e essere comodamente portate là dove servono. E’ comunque preferibile uscire con i tubi dietro la base lavello, l’unica ispezionabile.
Se si desidera inserire un frigorifero con dispenser di acqua e ghiaccio è necessario infine prevedere uno spazio utile per il rubinetto di carico e scarico dell’acqua da posizionare a lato dell’apparecchio. 



 


Richiedi informazioni