Legno

Calore materico

Il legno è un materiale “vivo” che crea immediatamente un clima di maggiore intimità, calore e familiarità. In tutto ciò
che è stato tagliato, intagliato, scolpito, modellato dalla mano e dall’intelligenza dell’uomo sul legno, si percepisce
la forza dell’esistenza.

Al contrario dei materiali sintetici che col tempo potrebbero degradarsi, il legno stratifica il tempo che passa: nel
legno gli istanti non si consumano, ma diventano storia, valore, bellezza.

Una particolare lavorazione messa a punto da Valcucine in due anni di prove è in grado di mantenere inalterata la
tattilità naturale della superficie. Quando si sfiora con le dita il legno così trattato si stabilisce subito un contatto tra
corpo e materia.

La superficie in legno ha una buona resistenza alla macchia ma una scarsa resistenza al graffio e, trattandosi di
un materiale naturale, viene influenzata dall’esposizione alla luce nel tempo. Tuttavia, bisogna tenere presente che
scegliere il legno comporta anche il saper accettare le piccole imperfezioni e la sensazione di vissuto che solo un
materiale naturale sa dare.

Il legno ha una scarsa resistenza al calore e, qualora si trovi in presenza di un’elevata umidità, può subire delle micro
deformazioni. Per questi motivi non viene utilizzato in prossimità di lavelli e piani cottura.

Il legno Valcucine è protetto da una verniciatura all’acqua da cui sono stati eliminati completamente i solventi
aromatici cancerogeni.

Per contrastare l’ingiallimento naturale a cui il legno può andare incontro negli anni, Valcucine utilizza una vernice
costituita da particolari pigmenti, la cui componente gialla sbiadisce con l’esposizione alla luce; l’esatto opposto di
quanto succede al legno sottostante. Questo trattamento bilancia l’ingiallimento, riducendo in modo significativo la
variazione di colore del legno nel tempo.